Le meraviglie dell’ipnosi – neuoscienze

Le meraviglie dell’ipnosi – neuoscienze

Ipnosi
Ipnosi

Con le tecniche di “brain imaging” (neuro-immagini) si è valutato che la sindrome depressiva determina una riduzione delle aree cerebrali.

L’ipnosi ripristina la normale crescita del cervello, riportando le aree cerebrali al volume naturale.

Gli studi più recenti di neurobiologia sperimentale e clinica hanno dimostrato che il cervello, opportunamente stimolato, possiede una propria capacità di rigenerarsi (detta neuroplasticità) attività che è fondamentale per la formazione del sistema nervoso centrale del feto e che continua per tutta la vita.

è stato accertato che specifiche aree cerebrali presentano un volume minore rispetto alla norma, per una ridotta capacità plastica nel caso di svariati disturbi psicologici.

Il prof. Gruzelier, dell’Imperial College di Londra, ha fotografato il cervello di persone prima e durante una seduta di ipnosi grazie alla risonanza magnetica funzionale: è emerso che sotto ipnosi avvengono mutamenti significativi a livello della corteccia fronto-temporale, del giro cingolato e delle regioni ippocampali.

John Gruzelier

Ecco la foto del cervello: alla sinistra lo si può vedere nel periodo di depressione, mentre a destra vi è l’immagine del paziente guarito.

Commenti

commenti

Be the first to comment

Rispondi